WISHLIST // “May Favorites”

Maggio! Il mese che apre la stagione wedding e che siamo certe porterà tantissime sorprese! Il nostro maggio, cosi come anticipato dal nostro Moodboard, sarà così, pieno di colore. Forti tonalità che andranno dal magenta al pink, le note leggere e decise del corallo, accompagnate dall’arancio, per poi finire con l’immancabile black. Abbiamo immaginato un Maggio davvero pieno di colore, un’esplosione di luce e creatività che ci accompagnerà anche per tutta l’estate! Che dire allora? Via allo shopping!!!!

Buon Martedì, S/ & M_

Peach and Pink made my day!

BEST

Sole, SOle, SOLE! Finalmente i colori sono attorno a noi, grazie a questa primavera che ci sta regalando delle giornate a dir poco perfette. La temperatura mite ci permette di vestirci in modo più leggero, di godere del vento caldo e colorarci di gioia.
Come da Moodboard mensile, ho voluto ricreare un look semplicissimo, seguendo le tonalità tenui adatte alla stagione. Protagonista nel look, lo spolverino in morbida seta regalatomi dalla mia mammina, un pezzo vintage che ha quasi la mia età, ma che continua a colorare il mio guardaroba.

DETTAGLIO1
E che dire della deliziosa cartellina? Scovata in un negozietto a Trento.. me ne sono innamorata! Fedeli le mie scarpe ASOS, che avete già visto QUI

La Primavera ci ha portato tantissimi regali..e chissà non possa portare altri capi dai toni tenui..o preferite i toni fluo? Mmmh ne vedremo delle belle sempre qui su #myhipsteria!
Buon Lunedì bellezze ❤
Vostra, M_

DETTAGLIO2

PH: myHIPsteria
Post: Andrea Marinoni
Spolverino in seta: GIVIESSE Linea Boutique
Shirt: STRADIVARIUS
Jeans: X-CAPE
Shoes: ASOS
Sunglasses: MOSCHINO
Bag: NO BRAND
Ring: PANDORA
Necklace: ASOS

INTERA

PRIMO

Sun, sun, sun ! Finally, colors are all around us, thanks to this spring which is giving us such perfect days. The mild climate allows us to wear light clothes, and to enjoy the warm and enjoy the warm wind and colours. As our monthly Moodboard said, I wanted to create a very simple look, following the pastel tones suitable to the season. Protagonist in the look, the dust coat in soft silk given to me by my mom, a vintage piece that continues to  give color to my wardrobe.

And what about the delicious schoolbag? Bought in a shop in Trento.. I fell in love with it! My faithful ASOS shoes, which you’ve already seen HERE ❤ Spring brought us lots of gifts..and who knows which tones will it give us.. pastel or fluo tones? Hmmm we will see some surprises always here on #myhipsteria! Have a good Monday beauties ❤
Your, M_

PH: myHIPsteria
Post: Andrea Marinoni
Spolverino in seta: GIVIESSE Linea Boutique
Shirt: STRADIVARIUS
Jeans: X-CAPE
Shoes: ASOS
Sunglasses: MOSCHINO
Bag: NO BRAND
Ring: PANDORA
Necklace: ASOS

EYES

Follow me on Instagram @mari_nersh

WISHLIST // “April Favorites”

Siamo nel vivo della Primavera, della bella stagione! Le giornate pian piano si allungano e siamo pronte per liberarci dei nostri abiti più pesanti per lasciarci avvolgere dalla freschezza del vento primaverile! I #trend per questo aprile hanno solo una regola: via libera ai colori più tenui, quelli dei fiori, alle stampe floreali, alle gradazioni leggere e pastello, ai tessuti leggeri e ai cappottini per le serate più fresche.

Sciogliamo i nostri capelli, giochiamo con i più diversi stili, apriamo il nostro armadio e scegliamo il capo più colorato e indossiamolo assieme ai nostri accessori più belli!
La primavera è arrivata ed è ora di splendere tra i raggi del sole.
Ma non dimenticate di essere dinamiche: si dice “Aprile, dolce dormire“! 😉
Via allo shopping!
S/ & M_

 

We are in the Spring, the beautiful and warmy season! The days slowly get longer and we are ready to get rid of our heavy clothes to let ourselves be enveloped by the freshness of spring wind! The #trend for this April have only one rule: go-ahead to the pastel colours, those of flowers, the floral prints, pastel shades, made with light fabrics and coats for the cooler evenings.

Dissolve our hair, we can play with different styles; open your wardrobe and choose the most colorful item and wear it head with some of our beautiful accessories! Spring is here and it’s time to shine in the rays of the sun. But don’t forget to be dynamic: it says “In April sleep is sweet” ! ; ) Go shopping! S/ & M_ 

“Junk Food o Junk style?” // Appuntamento con la nostra nutrizionista!

Per la nostra nuova rubrica in compagnia di Ilaria, biologa nutrizionista, un nuovo appuntamento con  suoi saranno preziosi consigli! Mi raccomando, restate sintonizzati su questa “frequenza”! #staytuned


Junk Food o Junk style?

Da anni la società sembra incrementare il consumo del cosidetto JUNK FOOD (cibo spazzatura) prendendo il sopravvento sul nostro stile di vita, al punto che anche il designer Jeremy Scott ha voluto riproporlo nella passerella di Moschino.

Moshino-borse-style-Mc-Donald-collezione

Basti pensare ai numerosi fast-food che permettono in tutto il mondo di poter consumare rapidamente cibi ipercalorici e ricchi in grassi saturi aggravando la sedentarietà dell’uomo e creando una vera e propria dipendenza fisica e mentale. Ma perché la società ci impone il consumo di questi cibi? Ormai per i giovani andare al MC DONALDS è diventato quasi naturale sia per la rapidità con la quale si può ottenere un intero menù ma soprattutto per il prezzo molto ridotto che rende tale cibo accessibile a tutti. Ma questa è l’unica ragione? Certo che no. Infatti oltre all’aspetto economico riveste un ruolo fondamentale la dipendenza derivante dalla stimolazione che i grassi hanno sui recettori della dopamina generando così gratificazione e assuefazione al pari di una vera e propria droga. Purtroppo come tutte le dipendenze, genera circoli viziosi, per cui appena smettiamo di assumere cibo spazzatura il nostro corpo ne richiede altro e quindi non solo ingrassiamo e inneschiamo disfunzioni metaboliche e insorgenza di patologie gravi come obesità, diabete di tipo 2, ipercolesterolemia e malattie cardiovascolari ma determiniamo anche disturbi del comportamento legati alla depressione e all’ossessione. Quindi al di la della quantità di calorie, la variabile “qualità” sembra determinare un ruolo chiave nello sviluppo di malattie metaboliche, tutte dipendenti da un’alimentazione qualitativamente scarsa in elementi nutritivi e ricca in zuccheri raffinati e grassi,veri e propri nemici per l’uomo. Nutrirsi in modo sano rappresenta un vero e proprio atto d’amore per se stessi e allora perché rinunciarvi? Vi aspetto con il prossimo articolo in cui parlerò di Dieta Mediterranea e dei suoi effetti benefici.
Dott.ssa Ilaria Improta

Per molto altro ancora continuate a seguirmi sulla mia pagina FB: Dott.ssa Ilaria Improta


For our new feature with Ilaria, nutritionist biologist, a new post with her advices. Please, stay tuned on this “frequency”! #staytuned

Junk Food o Junk style?

Since years, our society seems to increase the consumption of the so-called JUNK FOOD taking over on our lifestyle, and even the designer Jeremy Scott has proposed it on the Moschino catwalk.
Moschino-McDonalds-2-IIHIH

Just think about the incredible number of fast-food that allow the world to be able to consume high calorie foods rich in saturated fats and aggravate the human inactivity, creating a real physical and mental dependence. But why does the society impose us the consumption of these types of food? Nowadays, going to the MC DONALDS for young people has become almost natural due to its velocity with which you can get an entire menu, but also due to the very low price that makes this food accessible to everyone. But is it the only reason? Of course not. But in addition to the economic aspect, it plays a fundamental role the dependence caused by the stimulation that the fats have on dopamine receptors which generate gratification and addiction like a real drug. Unfortunately, like all addictions, it generates vicious circles, so as soon as we stop to eat junk food, our body asks for more and we not only put on weight, but we trigger metabolic disorders and serious conditions such as obesity, type 2 diabete, high cholesterol and cardiovascular diseases and also we determine behavioral disorders related to depression and obsession. So beyond the amount of calories, the “quality” variable seems to determine a key role in the development of metabolic diseases, all subject to a poor quality of food in nutrients and rich in refined sugars and fats, the real enemies for man. Eat healthy is a true act of love for ourselves so why give it up? I can’t wait for the next article where I will talk about the Mediterranean diet and its health benefits.

For details and other articles, follow me on my FB Page: Dott.ssa Ilaria Improta

Une Italienne à Paris 

Paris c’est toujours une bonne idée” dicono, ed hanno davvero ragione! Parigi è sempre stato il mio sogno nel cassetto e oggi voglio raccontarlo.

SU
Essendo una romanticona, ho sempre immaginato me e il mio ragazzo persa tra le vie parigine, mangiando un croissant e bevendo un café au lait. Un’immagine che non mi ha mai abbandonato! Ed ho sempre, e dico sempre, ammirato lo stile parisienne, così chic ma con un tocco di audacia rappresentato dal rossetto e lo smalto, rossi come ciliegie, che spiccano in un look minimal, casual ed estremamente fine, con quel l’eleganza che solo le francesi sanno esprimere, lo charme inconfondibile della città dell’amore!
BOOO
Le righe, fresche dal nostro Moodboard che ha aperto la bella stagione, sebbene il clima attualmente stia facendo davvero brutti scherzi con questo “Marzo pazzerello”!
Non volevo osare, solo immedesimarmi nel cuore della Francia e prenderne l’essenza, trasformandola in profumi primaverili e giochi di luci. Nulla è lasciato al caso: blu, bianco e rosso sono i colori della bandiera francese. Ho sempre amato questo accostamento!
DETTAGLIO1

Il vento fresco che accarezza i capelli, una giornata qualunque, una settimana inizia! E noi dobbiamo indossare solo il nostro accessorio più bello: il nostro sorriso!
Buon lunedì a tutti voi ❤️
Vostra, M_


INTERA finePH: Photo Vicky e Giorgia Corleto 
Post: Andrea Marinoni

Faux leather coat: TALLY WEIJL
Sweather: H&M basics
Jeans: NO BRAND 

Boots: DR. MARTENS
Bag: LIUJO
Watch: SWATCH
Earring & Foulard: BIJOU BRIGITTE
Beanie: NO BRAND

Make Up: FM Group

VASCO

“Paris c’est toujours une bonne idée” they say, and they’re right! Paris has always been my dream and today I want to tell you about it. Being a sentimentalist, I’ve always imagined me and my boyfriend lost in the Parisian streets, eating a croissant and drinking a cafe au lait. An image that has never left me alone! And I’ve always, and I mean always, admired the Parisienne style, so chic but with a touch of boldness represented by lipstick and nail polish, both red as cherries, that stand out in a minimal look, casual and extremely fine, with that elegance that only the French people know how to express, the unmistakable charm of the city of love! Stripes, fresh from our Moodboard who opened the season, even though the climate today is doing really bad jokes with this “crazy March”! I didn’t want to dare, what I wanted to do i just to immerse myself in the heart of France and take the essence, transforming it into spring scents and lights effects. Nothing is left to chance: blue, white and red are the colours of the French flag. I’ve always loved this combination! The cool wind caressing the hair, an ordinary day, a week begins! And we need only to wear our most beautiful accessory: our smile!
Have a lovely Mondey! ❤
Yours, M_

PH: Photo Vicky e Giorgia Corleto 
Post: Andrea Marinoni

Faux leather coat: TALLY WEIJL
Sweather: H&M basics
Jeans: NO BRAND 

Boots: DR. MARTENS
Bag: LIUJO
Watch: SWATCH
Earring & Foulard: BIJOU BRIGITTE
Beanie: NO BRAND

Make Up: FM Group

MFW’16 F/W #1°part

21701_910296692335825_5531580392732464105_n

Milan Fashion Week // 24-29 Febbraio 2016

La Fashion Week più attesa dell’anno ha incendiato Milano con i grandi nomi della moda che, come ogni anno, si sono riuniti nella capitale della moda portando con sé uno spettacolo senza eguali. Nelle giornate dal 24 al 29 Febbraio, abbiamo potuto assistere alle presentazioni F/W 2016 dei più grandi stilisti: Gucci, Alberta Ferretti, Versace, Moschino e molti altri ancora ci hanno deliziati con delle sfilate sensazionali!!! Ma scopriamo insieme, nel dettaglio, le collezioni che ci hanno stregate! Oggi andremo ad analizzare alcune delle sfilate che hanno avuto luogo durante i primi tre giorni della MFW: 24, 25 e 26 Febbraio ’16. Vi aspettiamo domani per conoscere quali grandi collezioni abbiam visto nei giorni successivi, rimanete quindi sintonizzati su #myhipsteria!!! Vostre S/ & M_

A.A.A. >>> Se cliccate sul nome degli stilisti potete visionare le collezioni presentate durante la MFW’16!!! Buona visione e fateci sapere quali vi hanno maggiormente colpito!

24.02.2016 <

|| GRINKO || E’ l’equazione Belief+Doubt=Sanity a catturare l’essenza della collezione F/W’16 di Grinko. Uomo e donna sfilano coinvolgendo tutti con lunghezze midi e maxi. E’ tutto un inno alla sperimentazione, in un mix creativo che attraversa l’epoca vittoriana per ritrovarsi nel punk londinese, con un tessuto, il broccato, che spicca in tutta la sfilata. ‘Love makes a Family’ è la scritta stampata sulle maglie in rete dell’uomo firmato Grinko.

 

|| BLUGIRL || Donna romantica ed ironica quella di Blugirl, che gioca con pizzi, trasparenze e motivi di rose. Le sovrapposizioni costanti sono sorprendenti ed illuminate da preziosi dettagli vittoriani. Per coprirsi dal freddo, Molinari propone soffici pellicce in lapin, maxi cappotti e cappe in lana. Ai piedi i sandali e le décolleté si coprono di soffice pelliccia.

 

|| GENNY || Una donna che brilla nel freddo inverno di Genny, con note rosa quarzo e abiti lucidi. Una donna piena di energia e sensualità, con look spumeggianti coperti da cristalli, frange e piume, ispirati alle atmosfere frizzanti del charleston degli anni Venti. Per gli accessori? Plexiglass, come le clutch con lavorazioni 3D.

 

||SIMONETTA RAVIZZA || Un autunno/inverno dai toni caldi e borse by Furrissima, la nuovissima collezione. Dalla silhouette all’over size per Simonetta Ravizza che porta al centro della scena la pelliccia: protagonisti visone, zibellino, cincilla, volpi rosse. Il montone è proposto in silhouette moderne, tra cui caban, maxi cappotto e giacca biker.

 

||GUCCI || Un giro del mondo a 360° che vede la donna di Gucci trasportata dal Rinascimento a New York, e poi negli atelier di Parigi, e ancora nella Roma di fine anni 70, in nome di una rinascita, di una rivoluzione. E’ un viaggio che parte dal Rinascimento e arriva allo street style, dal tocco rock. Una serie di “ossessioni” che prendono corpo anche nella collezione per il prossimo inverno, dalla passione per il colore, a quella per il decoro, dai motivi botanici ai richiami alle culture orientali. Questa volta attraversati da un richiamo ai volumi degli anni 80 ma un po’ sbilenchi.

 

|| FAY || E’ nata pensando alle grandi pianure americane la nuova collezione Fay firmata da Tommaso Aquilano e Roberto Rimondi, che hanno reso protagoniste le frange sulle passerelle e le lunghezze da sopra al ginocchio. Una donna che indossa boots con frange, ma è sempre impeccabile nel suo fascino con un tocco di romanticismo.

 

|| ALBERTA FERRETTI || Una donna eterea e decisa quella della Ferreti, che esce dalla nebbia del mattino con i capelli umidi e passeggia, come se fosse appena uscita da un party o da casa. Una fata dai tocchi sensuali ed eccentrici, che mescola il giorno con la sera. Il capo passepartout è il pigiama fluido ma per chi vuole osare, la notte si veste di abiti lunghi e scivolati, in satin avorio o in velluto nero, tutto ricamato a intaglio.

 

|| N°21 || Forte ed indipendente, ispirata dall’eleganza degli anni 30, con le sue silhouette grafiche e quasi liquide, resa contemporanea da tocchi casual e persino punk: nasce così un nuovo modo di essere glamour e a firmarlo è Alessandro Dell’Acqua. Le camicie in twill impreziosite da bordi di cristalli sono tutte stropicciate, caban e cappotti mescolano tessuti check maschile e tessuti effetto maculato, le maglie in mohair hanno una sola manica e lasciano la schiena scoperta. Accessori resi punk dai cristalli: insomma, una donna che osa e ammalia.

 

|| FAUSTO PUGLISI || “Connessioni Disconnesse” le chiama lo stilista che presenta la nuova collezione in passerella con la modella Bianca Balti. Lo stile sporty è contaminato da richiami al mannish con colori decisi e lunghezze prevalentemente mini. Un mosaico di colori ed ispirazioni, per una donna sempre seducente.

 

|| FRANCESCO SCOGNAMIGLIO || Gli abiti strappati e scomposti nella nuova collezione di Francesco Scognamiglio diventano drappeggi di ruches, i tagli si trasformano in cascate di volant. Un romanticismo che incontra le lane maschili, trasparenze leggere e abiti da sera lunghi, in macramè. Le stole di pelliccia dalle tinte soft coprono le spalle. Un mood romantico e regale per la donna Scognamiglio!

 

|| ROBERTO CAVALLI || Dalla Belle Epoque al rock, torna il glamour sulla passerella di Roberto Cavalli: il trucco è impreciso, i capelli sono lunghi e sciolti. La donna Cavalli è “un po’ selvaggia e istintiva, il cui amore per la libertà e la natura ne fa una pagana”. Una selvaggia di lusso, naturalmente, che indossa pellicce di visone patchwork su abiti in maglia metallica. Torna il denim sulla passerella, così come è in denim anche il maxichiodo portato con la tunica in fil coupé con le frange. Le lunghe sciarpe in chiffon e borse con frange completano il look.


25.02.2016 <

|| MAX MARA || Una rievocazione della Berlino degli anni ’40, una collezione che si ispira al costruttivismo, al dadaismo e alla Bauhaus. E’ un gioco di lunghezze e di tessuti la F/W ’16 di Max Mara: i cappotti sono dritti e avvolgenti e si sposano con pantaloni a palazzo e gonne a matita; si passa da tessuti morbidi come la lana, alla grinta della pelle, al glamour delle paillettes, il tutto in nuance calde come il cammello, l’oro e l’ocra contrastati da toni freddi quali il verde, il grigio e il nero. Un meraviglioso gioco di contrasti e di geometrie!

 

|| COSTUME NATIONAL || Lo stile maschile si fonde a quello femminile e da qui nasce la F/W ’16 di Costume National. Una collezione intramontabile e mai fuori moda, un gioco di tagli asimmetrici con tessuti decisamente preziosi: organza, crepe e velluto contornati da cristalli, gonne e pantaloni ampi, abiti arricchiti da giochi di ruches. Una collezione grintosa dai tagli fluidi che emana l’essenza della donna contemporanea.

 

|| LUISA BECCARIA || Una collezione decisamente di atri tempi, dove il lato principesco della donna, quel lato poetico e romantico, prende il sopravvento. Potremmo definirla una collezione ottocentesca, con ampi abiti ben delineati in vita da stretti bustier, ricche ruches, giacche in velluto che sembrano quasi vestaglie, colori tenui e romantici come il turchese il rosa e l’avorio.

 

|| FENDI || Il movimento sinuoso delle onde è il principale fattore di ispirazione in questa collezione ricca di decori: ruches sempre più maxi, tessuti morbidi e tagli ampi che si incastrano con colorate pellicce oversize. Ogni capo è caratterizzato da un dettaglio che lo rende unico, come lo dimostrano le maxi bag in pelliccia multicolor. Le collezioni Fendi non mancano mai di originalità e innovazione e questa collezione ne è la conferma!

 

|| I’M ISOLA MARRAS || La donna I’m Isola Marras diventa indiscutibilmente protagonista! Questa collezione sembra cogliere i diversi tratti culturali delle donne del mondo: abiti dal fascino orientale che vedono i fiori come protagonisti, tratti più balcanici delineati dalle stole in pelliccia e dagli ankle boots. Una donna sognatrice e avventuriera, che emana energia, audacità e grinta.

 

|| ANTEPRIMA || “Mod Nouveau” è il titolo di questa nuova collezione firmata Anteprima. Le linee si minimalizzano e i tagli e i colori diventano simmetrici, lineari, monocromatici. Si gioca con stampe dal peso leggero, decisamente non invasive, ma che contrastano e danno quel tocco in più a tutta la collezione. Gonne longuette e pantaloni ampi lunghi o dal taglio coulotte, tessuti morbidi come il cashmere e la seta che avvolgono la silhouette femminile.

 

|| EMILIO PUCCI || Le fantasie in questa collezione prendono vita dando ai capi una grinta e un’energia smisurata: si intravedono vette alpine che si incastrano in geometrie futuriste che creano ritmo, movimento, velocità. Colori sgargianti in una collezione decisamente più sportiva: felpe, maxi pull, piumini e blouson che coprono leggins e tutine aderenti. Questa collezione è un’esplosione di colori e carica positiva!

 

|| LES COPAINS || Eleganza e sobrietà definiscono la donna Les Copains, romantica e decisamente femminile se pur in uno stile mannish. I capi sono morbidi e avvolgenti, caldi maxi pull con collo alto e sciarpe oversize si uniscono a capi in tulle ed organza, con pizzi, ruches e plissè, che compongono giochi di trasparenze arricchiti da preziosi inserti che caricano di fascino e sensualità questa collezione.

 

|| CRISTIANO BURANI || “The rainbow collection” è il nome di questa collezione, collezione in cui lo stile maschile è decisamente uno dei protagonisti! Non oscura però il lato più femminile dato da tessuti luminosi, lurex, ciniglia, pelle laminata glitter e paillettes, e dai tagli sensuali dei crop top e delle pencil skirt! Una collezione carica di altri molteplici dettagli come il plissè, le sensuali trasparenza, gli avvolgenti capi in lana.

 

|| PRADA || “Questa collezione è un collage di abiti, una stratificazione di personalità diverse, di emozioni e di momenti differenti”, dice la designer. “È come se una mattina al risveglio ci si vestisse sovrapponendo quello che siamo, quello che vorremmo essere e tutti i nostri sogni più segreti, sempre però tenendo presente il nostro desiderio di fuga”. La donna è vagabonda e sempre pronta ad affrontare nuovi viaggi, che son quelli poi che affronta odiernamente nella sua vita. Giacche dal taglio militare, cartelle a tracolla su giubbini da caccia, cappe e mantelle circondate da cinture in cuoio e dettagli in pelliccia. Un termine che ci viene in mente per definire questa collezione: WILD!

 

|| DANIELA GREGIS || Il bianco e il blu regnano, amalgamati da sfumature di grigio e contrastati da toni pop come il giallo, l’arancio e il rosso. I colori sgargianti danno una linea pop a questa collezione dai capi ampi e geometrici, con tessuti rigidi e strutturati che si alternano a capi più fluidi e leggeri dalle stampe colorate. Colli e gonne plissè, righe colorate, maxi sciarpe: questa è la donna Gregis.

 

|| BYBLOS MILANO || Le combinazioni cromatiche risaltano subito all’occhio, e tra i protagonisti di questa collezione troviamo indubbiamente l’elemento floreale, stampato o 3D. Capi ampi, lunghe pellicce e colli in tricot che sono un’esplosione colorata, lunghezze midi e maxi per le gonne e stampe colorate o monocromatiche.

 

|| MOSCHINO || “Jeremy Scott dedica la collezione invernale di Moschino al falò delle vanità, facendo ironia sul come il mondo della moda sia continuamente ‘on fire’, con tempi sempre più stretti e richieste sempre più forti.” Tutto rievoca un ambiente definibile post-apocalittico e le modelle sfilano in abiti bruciacchiati ancora pieni di fumo. Una vera e propria performance d’arte quella di Moschino, in cui abbiam colto una collezione grintosa più che mai: la pelle è al centro della scena, gli accessori sono grandi e vistosi, gli abiti e le tute aderenti impreziositi da cristalli che formano scheletri e teschi.


26.02.2016 <

|| DIESEL BLACK GOLD || Carattere in passerella per Diesel Balck Gold, che propone accostamenti del blu, nero e biaco e crea abiti che nascono dal mondo dell’utility e vengono virati da tessuti e decori. Biker e borchie completano il look di una donna decisa, giovane e forte che sa bene come far parlare di sé.

 

|| EMPORIO ARMANI || Emporio Armani porta in passerella uomo e donna, con una vena totalmente pop, stravagante e giovanile. ‘New pop’ è il nome della collezione dalla freschezza digitale, sempre innovativa e al passo con i tempi. Gonne corte in vinile, bluse con stampe geometriche, giacchine con applicazioni smaltate che sembrano uscite dal pc. Le forme dell’Emporio sono semplici: ciò ha permesso di lavorare con grafismi e colori. Le paillettes illuminano i capi adagiandosi sui lunghi cappotti. Che dire, un’eccellenza nella moda innovativa!

 

|| UMA WANG || Un calore avvolgente per la Wang che esplora ed elabora preziosi broccati, velluto, feltro e i tessuti militari. Romanticismo militare potrebbe essere definita la nuova collezione F/W’16 presentata sulle note dell’Ave Maria di Schubert: le forme delle divise si addolciscono nelle gonne ampie in tessuto broccato o nell’abbinamento con morbida maglieria dal taglio asimmetrico. Toni di rosso ed oro riscaldano il verde militare presente in tutta la collezione dai capi oversize!

 

|| SPORTMAX || Righe, geometria e linee curve per la nuova esuberante collezione di Sportmax mixa contaminazioni dal Marocco alla funzionalità urbana che contraddistingue lo stile del marchio. Gli abiti sono in camoscio o seta plissé e lasciano intravedere soltanto le caviglie, si adagiano delicatamente sulle forme del corpo per lasciare libertà di movimento. Colori nettamente esotici per affrontare un viaggio nell’Africa più selvaggia, impreziosita da accessori in pelle, camoscio, pitone e cavallino sulle borse. Una ventata calda per un inverno freddo!

 

|| ETRO || Colori scuri e dettagli in perfetto stile Etro per la collezione F/W’16! L’energia della Londra degli anni ’90 ha ispirato Veronica Etro portando in passerella una donna che scende in strada in parka, chiodo e anfibi con tessuti devoré e stampe paisley, e che accoppia il tartan ai fiori. Unica regola: non avere regole. Abiti leggerissimi e lunghi, capispalla reversibili, chiodo dalla schiena scoperta, il tutto da abbinare ad una Mary Jane indossata con morbidi calzini. Una collezione senza tempo e senza stagioni, ma tutta da sfoggiare!

 

|| ICEBERG || Gli anni 90’ si ritrovano nella nuovissima collezione Iceberg, che propone uno stile ispirato per lo più al Giappone, con colori decisi e grafismi spettacolari. L’ispirazione è il lavoro del collettivo di architetti fiorentini del superstudio con il loro caratteristico pattern a quadretti, lo sguardo è quello giovane e divertito tipico del marchio. L’accostamento tra rosso e fucsia fa impazzire i presenti e Iceberg si conferma, ancora una volta, una garanzia per la donna che sa e vuole osare al massimo.

 

|| MARCO DE VINCENZO || Una collezione piena di colori, dai più tenui ai più vivaci e sgargianti, che si mescolano in capi unici con fantasie astratte, alcune decisamente geometriche, alcune che rimandano all’animalier. A primo impatto sembrerebbe un carico eccessivo di forme e colori, invece è tutto perfettamente armonico.

 

|| TOD’S || Con questa collezione si vuole puntare al lavoro artigianale del brand: impunture e cuciture molto evidenti diventano così le protagoniste di questa collezione! Giacconi in pelle con inserti in pelliccia, gonne e pantaloni non eccessivamente ampi e dal taglio dritto. Presenti stampe geometriche non in forma eccessiva, come i quadri, giocando con i pochi colori base che raccolgono questa collezione in un bouquet davvero di carattere.

 

|| ELISABETTA FRANCHI || “Colori e forme ispirate al Cirque du Soleil si mescolano al rigore delle uniformi”. Elisabetta Franchi colpisce ancora con una collezione davvero stravagante, che passa da completi più uniformi e tenui nei colori, come il blu con il color cammello o il bianco con il nero, ad accostamenti cromatici davvero esplosivi e vivaci, come il rosso con il blu elettrico. Capi, idee e colori da mischiare tra loro…e il risultato è sorprendente.

 

|| AIGNER || Principali fattori di questa collezione: sobrietà, capi dai tagli minimali e dritti, semplici ma stravolti da dettagli di forte impatto, come le pellicce colorate con disegni geometrici, così come le geometrie degli abiti che si alternano con le trasparenze, i pizzi e i tessuti morbidi e preziosi.

 

|| VERSACE || “Questa stagione”, dice Donatella, “ho voluto presentare vestiti reali, desiderabili e portabili, pensando proprio alle donne di oggi: forti, attive, ricche di personalità”. I capi dal sapore sportivo e urbano colgo pienamente l’essenza del suo pensieroe creano una collezione versatilissima, con pezzi adatti a qualsiasi occasione d’uso. Come è stata definita su Vogue da Massimiliano Sortino: “Questi vestiti sono la somma di un guardaroba perfetto pensato da una stilista donna per tutte le donne.”

 

|| ATSUSHI NAKASHIMA || “Harmonization” è la continua ricerca di equilibrio e armonia tra cultura tradizionale e modernità. Le forme classiche, eleganti ed essenziali incontrano i colori flou e i dettagli futuristici ispirati alle forme geometriche e i tessuti tecnici e innovativi.

 

 

BARBIE®: Fashion Icon

barbie_7100

La Barbie: sogno di tutte le bambine, e non solo!

La sua bellezza singolare ha fatto impazzire le giovanissime dal lontano 1959, commercializzata dalla Mattel nella sua inconfondibile confezione trasparente, che accoglieva tantissimi accessori.

Mentre Ruth Handler guardava sua figlia giocare con delle bambole di carta, si rese conto che spesso le piaceva dare alle bambole dei ruoli da adulti. All’epoca la maggior parte delle bambole rappresentava neonati. Realizzando che poteva trattarsi di una ottima scelta di mercato, Handler suggerì l’idea di una linea di bambole dall’aspetto adulto a suo marito Elliot, il cofondatore della casa di giocattoli Mattel. Inizialmente l’idea non sembrò entusiasmarlo molto. Rielaborando l’idea di una bambola simile all’idea che aveva in mente, commercializzata in Germania, (la Bild Lilli), la Handler, aiutata dall’ingegnere Jack Ryan, creò la prima Barbie, a cui fu dato il nome della figlia degli Handler, Barbara appunto. Barbie fece la sua apparizione nei negozi il 9 marzo 1959, vestita con un costume zebrato, e i capelli neri legati con una lunga coda. Costruita in Giappone, nel primo anno di “vita” furono venduti 350.000 suoi esemplari.

La storia di Barbara Millicent Roberts ha inizio da un’idea tanto semplice quanto geniale, così da creare e materializzare un personaggio che diventò un’imponente strategia di mercato, apprezzata in tutto il mondo. Al suo seguito altre figure ed una famiglia e tantissimi amici.

Barbie non è figlia unica, ma fa parte di una prole numerosa, quasi interamente femminile: Skipper (in vendita dal 1964 al 2009), i gemelli Tutti e Todd, Stacie (dal 1992), Shelly, la sorellina piccola (dal 1995), e la piccola Krissy (dal 1999). Per molti anni il suo fidanzato è stato Ken (nome derivato dall’elisione del nome Kenneth, altro figlio degli Handler), col quale non si è mai sposata. Il loro amore sarebbe nato nel 1961 su un set televisivo. Il 13 febbraio 2004, dopo 43 anni di fidanzamento, la coppia avrebbe deciso di separarsi. Secondo la biografia scritta in questi lunghi anni da Mattel, Barbie è stata single per un periodo, nonostante un breve flirt con il surfista Blaine. Nel febbraio 2006, la coppia è tornata insieme.

La migliore amica di Barbie è Midge, un personaggio scomparso per molti anni e recuperato da Mattel solo recentemente. Midge è sposata con Alan, dal quale ha avuto due figli. C’è poi la Heart Family, formata inizialmente dai giovani coniugi Todd, omonimo del fratello di Barbie, e Tracy (i due hanno poi generato diversi figli, tra cui una coppia di gemelli; la Mattel ha anche lanciato le figure dei nonni e tutta una serie di accessori). Barbie ha inoltre molti amici di etnie differenti, tra i quali l’ispano-americana Teresa, gli afro-americani Christie e Steven (fidanzati fra loro) e Kayla, una ragazza giapponese.

Barbie avrebbe frequentato la Willows High School a Willows, Wisconsin e la Manhattan International High School a New York (ispirata alla reale Stuyvesant High School).

Barbie ha avuto 38 animali: gatti, cani, cavalli, un panda, un cucciolo di leone e persino una zebra. Barbie ha avuto decappottabili rosa, camper e molti altri veicoli. Ha inoltre una patente di volo per aerei commerciali, sui quali ha lavorato anche come hostess.

Il 12 agosto 2004 Barbie ha annunciato la sua campagna elettorale per diventare presidente degli Stati Uniti, rappresentando il Partito delle Ragazze, con un vero e proprio programma elettorale messo per iscritto da Mattel.

barbie2

Col passare degli anni, di Barbie se ne sono viste di diverse! Ma ciò  che le ha sempre unite è la passione per la moda e l’accuratezza e ricercatezza nel vestiario ed accessori. Abbiamo visto tantissime sfaccettature di Barbie, e abbiamo potuto constatare che tutte erano sfrutto di un animo dolce e gentile, un cuore tenero e pronto ad aiutare il prossimo.

I vari look presentatici ogni anno, sono sempre super trendy ed alla moda, tanto da dedicare due mostre che li celebreranno in Europa: una dal 28 ottobre e fino a marzo 2016 nel Museo delle Culture di Milano; e l’altra a Parigi, nel Museo di Arti Decorative (all’interno del Louvre) dal 10 marzo al 18 settembre 2016.

barbie_mudec_milano-1440x580

barbie_980x571

Ma non solo! La più famosa icona di stile ha ispirato tantissime case di moda nel creare collezioni innovative e che avessero la firma della prestigiosissima Barbie.

TEZENIS: BARBIE® LOVES TEZENIS

11707459_1617514888533923_7287200739539786852_n

inst111

Ultimissima è la collezione Fall/Winter di Tezenis per Barbie, lanciata con l’hashtag #barbielovestezenis. E a noi verrebbe da dire: e chi non ama il confort e il brio delle linee Tezenis?

image64tezenis_barbie

sfilata5_oggetto_editoriale_720x600Tezenis_Barbie

BARBIE® for MOSCHINO

2941_1_Gallery_Barbie

Come poteva mancare Moschino? Dal pink S/S 2015, al black aggressivo per la F/W 2015, anche la casa di moda più famosa per l’eccentricità ha sempre dedicato una linea alla nostra beniamina.

f23872814b7649f8_CHX10_c_15164_DNJ32.jpg

moschino-barbie-kf8E-U106020070626899kE-700x394@LaStampa.it

Barbie

jeremy-scott-moschino-barbie-sfilata-primavera-estate-2015-3

original

BARBIE COLLECTION by SOPHIA WEBSTER

IMG_9504

La collezione Barbie by Sophia Webster vede invece una linea tutta in pink per donne e piccine. Tacchi vertiginosi o sneakers, voi quali preferite?

schermafbeelding-2015-08-28-om-14-05-41

082515-barbie-sophia-webster-lead

barbie--zcover_barbieSophia_Webster

INSTAGRAM: @barbiestyle

Barbie è una delle più grandi icone pop di fama mondiale, nonchè icona di stile, eleganza e sobrietà! Il suo canale instagrambarbiestyle, è per noi di grande ispirazione…e poi ci diverte vedere in quale parte del mondo si trova e quale outfit ci propone! Vi lasciamo con qualche suo scatto..

Barbie : the dream of all girls!

Her singular beauty made crazy every young girls since 1959 , marketed by Mattel in its unique transparent packaging , which hosted many accessories.

While Ruth Handler watched her daughter play with paper dolls, she realized that she liked often give dolls adult roles. At that time, most of the dolls represented babies. Realizing that it might be a good choice of market, Handler suggested the idea of ​​a line of adult-looking doll to her husband Elliot, the co-founder of the Mattel toy house. Initially, the idea did not seem to inspire enthusiasm so much. Reworking the idea of ​​a doll similar to the idea he had in mind, marketed in Germany, (the Bild Lilli), Handler, aided by engineer Jack Ryan, he created the first Barbie, who was given the name of the daughter of Handler, Barbara. Barbie made its appearance in stores in March 9th 1959, dressed in a striped suit, and her black hair tied with a long tail. Built in Japan, in the first year of “life” they were sold  350,000 copies.

The story of Barbara Millicent Roberts starts from an idea as simple as  ingenious, so as to create and materialize a character who became an impressive market strategy, appreciated by all over the world. But Barbie has also a large family and many friends.

Barbie is not an only child, but it’s part of many children, almost entirely female: Skipper (sold from 1964 to 2009), the twins Al and Todd, Stacie (1992), Shelly, the little sister (since 1995), and the small Krissy (since 1999). For many years her boyfriend was Ken (name derived from the elimination of Kenneth, the son of Handler), with whom he never married. Their love was born in 1961 on a TV set. On 13 February 2004, after 43 years of engagement, the couple have decided to separate. Biographer in these long years say that Barbie was single for a period, despite a brief flirtation with surfer Blaine. In February 2006, the couple is back together.

Barbie BF is Midge, a character disappeared for many years and only recently recovered from Mattel. Midge is married to Alan, with whom she had two children. Then there is the Heart Family, formed initially by young spouses Todd, namesake of the brother of Barbie, and Tracy (the two have since generated several children, including a set of twins, Mattel has also launched the figures of grandparents and all a series of accessories). Barbie has also many friends of different ethnic groups, including the Spanish-American Teresa, the African American Christie and Steven (engaged with each other), and Kayla, a Japanese girl.

Barbie was attended Willows High School in Willows, Wisconsin and Manhattan International High School in New York (inspired by the real-Stuyvesant High School).

Barbie has had 38 animals: cats, dogs, horses, a panda, a lion and even a zebra. Barbie has had pink convertibles, campers and other vehicles. It also has a license to fly commercial aircraft, on which she also worked as a hostess.

In August 12th 2004 Barbie announced his campaign to become president of the United States, representing the Party of Girls, with a real electoral program written by Mattel.

Over the years, Barbie has different views! But what she has always with her is a passion for fashion and the accuracy and sophistication in clothing and accessories. We have seen many facets of Barbie, and we have found that all were to exploit a kind and gentle soul, a tender-hearted and ready to help others.

The different looks presented to us each year, are always super trendy and fashionable, so to dedicate two exhibitions that will be celebrated in Europe: one on October 28th and until March 2016 in the Museum of Cultures in Milan; and the other in Paris, in the Museum of Decorative Arts (in the Louvre) from March 10th to September 18th 2016.

Moreover, the most famous style icon inspired many fashion houses to create innovative collections with the signature of the prestigious Barbie.

TEZENIS: BARBIE® LOVES TEZENIS

It’s the latest Fall / Winter collection of Tezenis for Barbie, launched with the hashtag #barbielovestezenis. And we would say, and who would not  prefer the comfort and panache lines of Tezenis?

BARBIE® for MOSCHINO

How could miss Moschino? Pink for S / S 2015, and an aggressive black  for the F / W 2015, also the most famous fashion house for eccentricity has always dedicated a line to our beloved Barbie.

BARBIE COLLECTION by SOPHIA WEBSTER

The Barbie Collection by Sophia Webster shows one line all in pink for women and girls. High heels or sneakers, which one do you prefer?

INSTAGRAM: @barbiestyle

Barbie is one of the biggest pop icons of the world, as well as an icon of style, elegance and simplicity! Its instagram, @barbiestyle, is a great inspiration for us … and we enjoy seeing where in the world she is and what outfit she offers to us! We leave you with some of her shots..