Oversize is the way!

Chi pensa che l’oversize √® old si sbaglia! I morbidi capi over ci faranno compagnia per tutto l’inverno, non solo davanti ad una serie Netflix ūüėČ

Il trend pi√Ļ seguito e sempre in continua innovazione F/W 2016 ha un gusto un po’ retr√≤, pur essendo totalmente attuale e quasi lungimirante, che permette di sentirci bene (e comode!) in abiti che sono tutt’altro che stretti e mini. Nel tempo, dagli anni 20 in poi, l’oversize ha mutato forma, diventando futurismo puro, innovazione e contemplazione di uno stile unico e adatto a diverse situazioni: perch√© l’over non √® solo street! E che dire poi del celebre abito gonfiabile di¬†Jean Charles de Castelbajac del lontano 1977? Un’iconico abito in tessuto plastico laccato di un rosso intenso. Un continuo cambiamento dove cambiano i codici diventando austero e mistico, come il cappotto con cinghie in cuoio di Jaeger London.

Dal maxi pull al cappotto by Maison Margiela for H&M¬†, dal tailleur¬†by Sonia Rykiel alla shirt, i volumi ci sono, ampi e vivi, sembrano prendere forma durante l’arrivo dell’inverno e si colorano di nuove sensazioni. Ma √©¬†Yohji Yamamoto¬†il genio creativo simbolo dell’oversize, con il suo inconfondibile stile orientale e dalla creativit√† che va ben oltre la grandezza dei tempi.¬†Moltissimi come Yamamoto¬†hanno sposato l’oversize e hanno portato sulla passerella volumi grandiosi, cos√¨ come Viktor&Rolf, Chalayan,¬†Comme des Gar√ßons, il maxi cappotto Chanel e i cappelli di Marc Jacobs.

viktor-rolf-couture-fall-2016

Ma come indossare i capi over? Sicuramente non bisogna inciampare nell’errore: al di l√† dei modelli presentanti sulle passerelle, dove il tutto √® spesso too much, l’oversize deve essere indossato con attenzione:¬†S√¨ a jeans skinny e maxi pull; s√¨ a minidress e wide coat. Ma non esageriamo con i volumi!

Buon fine settimana #myhipsteristas,
S/ & M_
Serena Lorusso – Mariantonietta Corleto