.On the lam to THEATRE.

Potenza, capoluogo lucano, è la città in cui son nata e dove attualmente vivo. E’ una piccola città dove all’incirca ci si conosce con tutti: i principali punti di aggregazione e di interesse non sono molto numerosi, di conseguenza si frequentano sempre i soliti “quattro posti” e si incontrano sempre le stesse “facce”! Prendendo in esame il lato estetico di Potenza, aimè devo purtroppo affermare che di scorci caratteristici, di monumenti e di strutture di rilevante imponenza ce ne sono ben pochi! Se dovessi fare un’accurata analisi dei luoghi e degli edifici che vi sono, inizierei senza ombra di dubbio da quello che è il gioiello di Potenza, il Teatro Stabile, situato nella piazza centrale della città!

0088 - 001

I lavori di edificazione del teatro iniziano nel 1856, sotto la direzione dagli architetti Alvino e Pisanti, ma vennero purtroppo sospesi l’anno successivo a causa di un terremoto e vennero ripresi solo nel 1865. Il teatro fu inaugurato il 26 gennaio 1881 con la rappresentazione de La Traviata, alla presenza del re, della regina e del principe Amedeo.

L’edificio, nella struttura e nell’apparato decorativo, fu progettato con caratteristiche molto simili a quelle del teatro San Carlo di Napoli. Venne aperto al pubblico soltanto nel 1990 dopo alcune fasi di restauro, realizzate a seguito dei danni riportati dal terremoto del 1980, che, pur nel rispetto dell’impianto originario, ne ha migliorato l’acustica, l’illuminazione e gli spazi. La platea, tre ordini di palchi ed il loggione racchiudono l’orchestra ed il palcoscenico, tutte in dimensioni contenute con totale equilibrio. Il teatro è intitolato al musicista potentino Francesco Stabile (1802-1861).

0088 - 0030088 - 002

Il pomeriggio trascorso nel teatro è decisamente passato troppo in fretta! Mi son divertita ad esplorare ogni suo angolo e a cogliere e scrutare ogni singolo dettaglio! Non vedo l’ora di tornarci, sicuramente in occasione di una commedia, di un concerto o di un dramma; oltre ad amare questo posto, adoro l’arte teatrale a 360 gradi e di tanto in tanto mi concedo una serata qui con la mia mamma! #andateateatropiùchepotete

Buon inizio settimana. Vostra, S/

0088 - 0040088 - 0050088 - 0060088 - 0070088 - 0080088 - 0090088 - 0100088 - 0110088 - 012

Shirt    OVS

Skirt    EVA FASHION

Pumps    PRIMA DONNA COLLECTION

Necklace NO BRAND

Ph: Bro ❤ >>> un ringraziamento speciale va a lui senza il quale non avrei potuto realizzare questo shooting!


Potenza, the capital of Basilicata Region, it is the city where I was born and where I currently live. It’s a small town where people know each other: there are not so much  points of aggregation and interest, as a result you always go to the usual “four places” and you always meet the same “faces”! Taking into consideration the aesthetic side of Potenza, I regret to say that the characteristic views, monuments and relevant imposing structures are very few! If I were to make a thorough analysis of the places and buildings which are here, without a doubt I would start from that which is the gem of Potenza, the Stabile Theatre, located in the central square of the city!

The theater construction works begin in 1856, under the direction by the architects Alvino and Pisanti, but were unfortunately discontinued the following year due to an earthquake and was resumed only in 1865. The theater was inaugurated on January 26 in 1881 with the representation of La Traviata, the presence of the king, the queen and Prince Amedeo. The building was designed with characteristics very similar to those of the Teatro San Carlo in Naples. Was opened to the public only in 1990 after several phases of restoration, realized as a result of the damage done by the earthquake of 1980, while respecting the original structure, it has improved the acoustics, lighting and spaces. The stalls, three tiers of boxes and the gallery enclose the orchestra and the stage, in all dimensions with total balance. The theater is named after the musician from Potenza Francesco Stabile (1802-1861).

The afternoon spent in the theater is definitely passed too quickly! I had explored every corner and seize and scrutinize every detail! I can not wait to go there again, definitely at a comedy, a concert or a drama; in addition,I have to say that I love all theater arts  and occasionally I allow myself an evening there at the theatre with my mom! #gotothetheatreasmuchasyoucan

Have a good week. Yours, S /

Shirt    OVS

Skirt    EVA FASHION

Pumps    PRIMA DONNA COLLECTION

Necklace NO BRAND

Ph: Bro ❤ >>> a special thanks to him for this shooting!

Annunci

Faux Leather and Overknees: my obsession.

madoveguardioh

Quando si tratta di tirar fuori gli artigli, fidatevi, sono sempre pronta!

Ma se con gli artigli tirassimo fuori la nostra grinta, personalità e stile in un insieme di capi semplicissimi che, insieme, fanno la differenza?

La pelle si sa, è un must in questa F/W 2015, ma ovviamente mi allontano dalla vera e punto alle imitazioni, per lo più opache ma grintose allo stesso tempo, dal sapore rock glam alla Kate Moss, un sapore tutto nuovo riscoperto con il freddo e le tendenze a scurire il nostro vestiario e riportarlo su colori scuri, sui neri e i viola ad esempio.

Andiamogiu

Ispirandomi alle giornate più cupe, ho realizzato un accostamento evergreen per ricreare un look strong, dall’anima rock e che tira fuori oltremisura la mia passione per le borchiette e gli anni ’90, pur essendo uno stile attualissimo, adatto soprattutto alle serate, al tardo pomeriggio, magari impreziosendo il tutto con dettagli minimi ma di prima scelta.

Via alle borchie, si ai tacchi vertiginosi. Oggi voglio osare.

Stivali

Il velo prugna sulle labbra è la firma della passione e di ciò che davvero mi porta ad uscire fuori dagli schemi. Instigator è il suo nome, provocatore..

Una M_ non più casual, non più elegante, ma rock, eccessiva e con tantissima grinta.

sofotomodella

Ecco ciò che rappresenta l’outfit che vi propongo oggi: la mia forza e determinazione in tutto ciò che giornalmente faccio per me stessa.

Si, oggi penso a me e a ciò che sono davvero, uno spirito libero che si permette di sognare ancora, in una società spesso tetra.

Giacca

Oggi voglio sentirmi così, libera e rock.

Freddo

A voi tantissimi baci e una splendida settimana!

M_

Fur coat: NO BRAND

Shirt: MOTIVI

Faux Leather Leggins: ALCOTT

Overknees: PRIMADONNA COLLECTION

Matt Lipstick: MAC

PH: Serena Lorusso

Post: Andrea Marinoni

Dispalle

bacio

When it comes to bringing out the claws, trust me, I’m always ready!

But if with claws tirassimo out our determination, personality and style into a simple set of leaders who, together, make a difference?

The skin is known, is a must in this F / W 2015, but of course I walk away from the real point of imitations, mostly opaque but aggressive at the same time, glam rock flavor to Kate Moss, a whole new flavor with rediscovered cold and trends to darken our clothing and bring about dark colors, the blacks and purple for example.

Inspired by the darkest days, I realized a combination evergreen to recreate a look strong, with a rock and pulling out my passion beyond measure to the studs and 90s, although a style very current, suitable mainly for evenings, to late afternoon, perhaps embellishing all with minimal details but of choice.

Via the studs, it is the high heels. Today I want to dare.

The veil plum lips is the signature of the passion and what really brings me to go outside the box. Instigator is his name, provocateur ..

M_ not a more casual, no more elegant, but rock, excessive and with a lot of grit.

Here is what is the outfit that I propose today: my strength and determination in everything that I do every day for myself.

Yes, now I think about myself and what I really am, a free spirit who allows himself to dream again, in a society often gloomy.

Today I want to feel this way, free and rock.

To you many kisses and a great week!

M_

PH: Serena Lorusso

Fur coat: NO BRAND

Shirt: MOTIVI

Faux Leather Leggins: ALCOTT

Overknees: PRIMADONNA COLLECTION

Matt Lipstick: MAC

Ring: TALLY WEIJL

Casual Blue in the city _

portamento1

L’autunno con le sue infinite giornate mi fa sempre correre da una parte all’altra della città. Mezzi pubblici, bici, corse a piedi, tutto fuorché ritardare agli impegni.

Ma tra ore di studio e incontri con le amiche, cerco sempre di mantenere il mio stile unico e interpretare al meglio ciò che è la mia personalità.

posa-libro

Certo, i jeans sono i migliori amici delle giornate folli e fatte di corri corri generali, e io amo indossarli e renderli unici. Questi jeans poi sono una chicca: avete mai ritrovato dal nulla nel vostro armadio un paio di jeans nuovissimo che non avete mai messo e che non avete voglia di mettere a causa del suo essere anonimo? Beh, a me è successo! E cos’ho fatto? Con l’ausilio di un trincetto, ho ricreato gli strappi, lavato il jeans in lavatrice, lasciato a mollo per circa 7 ore in acqua e candeggina e rilavato. Il risultato? Un fantastico ripped boyfriend jeans fai-da-te!

dettaglio-cappello

La checked shirt è intramontabile, un must per l’autunno/inverno. La scelta è ricaduta su colori più scuri, i grigi ed i blu che si fondono per creare sfumature impercettibili, eppure così di tendenza!

telefono

Immancabili, must have della stagione… gli stivaletti! Ho optato per un modello cut, molto comodo e che rendono un look casual pieno di carattere.

Sono sicura che tutte voi avete quel vecchio jeans o quel jeans mai messo nell’armadio! Il nostro amatissimo capo deve essere valorizzato! Non indossatelo solo con maglietta e snakers, ma provatelo con décolleté o stivali.. Il risultato sarà di gran tendenza!

M_

Ripped Jeans: NO BREND by ME

Shirt: OVS

Boots: Tally Weijl

Coat: H&M

Cardigan: Oltre

PH: Camilla Boschian  /  Post: Andrea Marinoni

danza

 The autumn with its endless days make me  run across the city. Public transport, bicycle, walking, anything but not delaying my commitments.

But between hours of study and meetings with friends, I always try to keep my unique style and to better interpret what is my personality.

Of course, jeans are the best friends of the crazy days and the general “run run”, and I love to wear them and make them unique. These jeans are an important item for me: Have you ever found anything in your closet as a brand new pair of jeans that you have never wear and that you have no desire to wear them because of their being anonymous? Well, it happened to me! And what have I done? With the aid of a cutter, I recreated the rips, washed the jeans in the washing machine, left to soak for about 7 hours in the water and bleach and re-washed. The result? A fantastic ripped  do-it-yourself boyfriend jeans!

The checked shirt is timeless, a must for fall / winter. The choice fell on darker colors, grays and blues that blend to create subtle nuances, yet so trendy!

Inevitable, must have of the season… the boots! I opted for a cut model, very comfortable and that make a casual look stronger.

I’m sure you all have that old pair of jeans in the closet! Our beloved item must be enhanced! Not only wear it with shirt and snakers, but try it with pumps or boots .. The result is very trendy!

M_

Ripped Jeans: NO BREND by ME

Shirts: OVS

Boots: Tally Weijl

Coat: H&M

Cardigan: Oltre

PH: Camilla Boschian  /  Post: Andrea Marinoni